mercoledì 13 settembre 2017

Grandi novità nel mondo Apple

Si è concluso da qualche ora a Cupertino, nel nuovissimo Steve Jobs Theater, il keynote di Apple, in cui sono state presentanti i tanto attesi iPhone e non solo.
 
 
 
 
Dopo aver parlato del futuro di Apple Watch e di Apple TV, presentando prodotti molto innovativi, finalmente Tim Cook parla dei nuovissimi iPhone. Tre per l'esattezza, iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 plus.
 
Sicuramente quello più interessante tra i tre è l'iPhone X, che gode della nuova tecnologia di riconoscimento del volto. Scompare quindi la tecnologia Touch ID e viene presentata l'esclusiva Face ID. Il telefono, quindi, viene sbloccato guardando lo schermo e riconoscerà il volto anche se si indossano un paio di occhiali, un cappello e addirittura se si ha un nuovo taglio di capelli o di barba.
Funzionerà anche in condizioni di poca luce.
 
Questo viene permesso grazie a una rete neurale che crea una mappa della faccia, contenuta nel nuovo chip A11, capace di eseguire 600 miliardi di operazioni al secondo.
Face ID non servirà solamente per sbloccare il telefono, ma anche per eseguire pagamenti sicuri tramite Apple Pay o applicazioni di terze parti.
 
Inoltre c'è anche Animoji, che permette la lettura del volto per far esprimere le emozioni alle emojii.
 
Nonostante l'attenzione sia rivolta sull'iPhone X, che lascia tutti sorpresi perché nessun altro brand fino a ora aveva introdotto delle tecnologie così incredibili, si passa alla presentazione degli altri due, iPhone 8 e iPhone 8 plus.
 
Questi due smartphone non sono nient'altro che l'aggiornamento della precedente generazione.
Nuovi materiali: retro in vetro, cornice in alluminio.
Grazie al nuovo chip, importanti novità anche nel comparto della fotocamera.
 
Ecco tutte le caratteristiche approfondite qui:
 
L'iPhone X si può preordinare a partire dal 27 ottobre e sarà disponibile dal 3 novembre, in due colorazioni, argento e grigio siderale e costerà 1189€ (64GB) e 1359€ (256GB).
 
Invece iPhone 8 e iPhone 8 plus saranno preordinabili a partire dal 15 settembre e disponibili dal 22 settembre, in tre colorazioni, argento, oro e grigio siderale.
 
iPhone 8 costerà a 839€ (64GB) e 1009€ (256GB).
iPhone 8 plus costerà a 949 (64GB) e 1119€ (256GB).
 
Sono tre bei smartphone, i prezzi un po' meno e Apple ci sorprende ogni volta.
E voi che ne pensate, vi piacciono?
 
 
 
 
 
 

sabato 9 settembre 2017

LineageOS: un dettaglio fa capire che forse stanno per arrivare le prime Snapshot!

Dopo la chiusura definitiva di CyanogenMod e il successivo avvento delle prime build di LineageOS nel gennaio del 2017, ogni settimana quest'ultima ha sfornato un nuovo aggiornamento per i dispositivi Android compatibili riguardo le versioni di Marshmallow (la 13) e Nougat (la 14.1).
Tutte queste versioni rilasciate però, erano le nightly, ovvero rom poco stabili e non consigliate per quelli smartphone usati tutti i giorni. Ecco però che, a distanza di 8 mesi sembra  che qualcosa stia cambiando. Vediamo meglio cosa!



Dopo il rilascio di numerose nightly, ancora non esiste una versione Snapshot di LineageOS, ovvero una versione più stabile delle nightly ma c'è un indizio che fa sperare al rilascio imminente.

Se si va nella pagina del changelog delle rom per LG G3 e ad esempio, anche per il Samsung Galaxy S3, attualmente si può vedere che nella sezione Changes to be included in next build non c'è praticamente nessuna voce! Questa sezione informa agli utenti i cambiamenti per la prossima versione della rom per lo smartphone in questione, aggiornandosi giorno dopo giorno... ma ancora non c'è scritto nulla dopo giorni dal rilascio dell'ultima rom!




Ciò fa sperare che, tra meno di una settimana, molti smartphone riceveranno la versione più stabile di LineageOS, denominata Snapshot... insomma, staremo a vedere!





venerdì 8 settembre 2017

Il Play Store di Google si aggiorna e introduce la protezione per le app: eccola in dettaglio

Il famoso "magazzino" di applicazioni creato da Google, introduce tra le novità del suo nuovo aggiornamento, oltre i quasi sicuri bug risolti ed una migliore stabilità, una nuova funzionalità che riguarda la protezione delle applicazioni. Quindi in definitiva, potremo dire addio alle app con virus o che comunque hanno intenti maligni nei nostri confronti. Ma vediamola meglio!




Giunto alla versione 8.1.73.S, sarà capitato a molti di voi andare sul Play Store e, nella sezione Aggiornamenti, vedere una nuova:



Periodicamente infatti, o quando glielo diciamo noi premendo il tasto della freccetta a sinistra, il nuovo "antivirus" di Google, chiamato Play Protect, scansionerà il nostro device alla ricerca di virus che potrebbero compromettere la normale esperienza d'uso con le nostre app installate.

Un'ottima idea quella di Big G per migliorare la nostra sicurezza. Se vogliamo per qualche motivo disattivare Play Protect, vi basterà andare nel menù di sinistra, selezionare Play Protect e selezionare la voce Analizza dispositivo per minacce alla sicurezza portando il selettore da verde a grigio.

   


Possiamo inoltre, selezionando la voce Migliora rilevamento app dannose, inviare a Google statistiche per migliorare il rilevamento.




venerdì 25 agosto 2017

Android 8.0 Oreo è finalmente arrivato: ecco tutte le novità

Come annunciato da Google a marzo scorso durante la conferenza dedicata agli sviluppatori Google I/O 2017, finalmente è uscita la nuova versione di Android 8.0 denominata Oreo. Oltre al nome, sono state ufficialmente svelate informazioni riguardo il nuovo sistema operativo, che porterà sostanziali novità che cambierà, non di poco, l'esperienza d'uso con i nostri smartphone. Andiamo subito a conoscere le novità!





Background

Partiamo subito da questo punto. Sarà data la possibilità agli sviluppatori di fare in modo che le applicazioni abbiano impatti minimi sulla batteria e la velocità in generale del nuovo sistema operativo sullo smartphone, grazie ai nuovi limiti automatici riguardo ciò che le app possono (o non) fare in background, attraverso tre caratteristiche: servizi in background, aggiornamenti di posizione e implicit broadcast.




Notifiche

Cambiamenti anche per quanto riguarda il reparto notifiche: raggruppamenti delle notifiche per lo stesso canale, con possibilità di bloccare o modificare il comportamento di ciascuno di essi. In più, è stata aggiunta la possibilità di silenziare le notifiche di una determinata applicazione per 15 minuti, 30 minuti o 1 ora.

Aggiunti anche i notification dots, badge di notifica sulle icone delle applicazioni che segnalano l'eventuale presenza di notifiche.




Auto-riempimento

Grazie alle nuove API, non sarà più necessario inserire sempre, ad esempio, le password o i dati utente in generale, poichè verrà affettuato un auto-riempimento.



Picture in picture

Ora sarà possibile visualizzare video o utilizzare un'app sullo schermo mentre se ne sta usando un'altra, permettendo così all'utente di effettuare più operazioni nello stesso momento.





Icone adattive

Nuova vita alle icone, che diventano adattive per una migliore esperienza d'uso a partire dal launcher, nei collegamenti, impostazioni e menù condivisione.





E in più...


  • Migliorata la connettività Bluetooth e quella Wi-Fi, con l'aggiunta di Wi-Fi aware (i dispositivi ora possono ora comunicare senza condividere per forza un access point);
  • Nuove modifiche alla tastiera;
  • API audio per una nuova esperienza di musica ad alta qualità;
  • Migliorato il processo WebView introdotta da Nougat;
  • Miglioramenti alla fotocamera;
  • Nuove api di java 8;
  • Nuove emoji e addio a quelle vecchie.